Festa dell'Uva e del Vino 2020 – rimandata al 2021

La "Festa dell’uva e del vino" è un evento con una tradizione davvero antica. L’occasione della vendemmia che dà il via alla produzione di uno dei vini più noti della zona del Garda, il Bardolino, offre l’opportunità di organizzare una delle feste popolari più importanti del Comune. La degustazione del vino accompagnata ai piatti dei prodotti del territorio richiama gli appassionati e gli addetti ai lavori del settore vitivinicolo, che approfittano della Festa per partecipare a eventi, convegni e incontri sul tema del vino. Oltre a questi eventi, è possibile partecipare anche a mostre e concerti per grandi e piccini.

La fama del Bardolino, e delle sue diverse tipologie, trascende i confini non solo della zona del Garda, ma anche quelli dell’Italia intera: si tratta infatti di un inimitabile vino rosso prodotto da vitigni autoctoni dell’area benacense, la cui commercializzazione è destinata per circa il 70% all’esportazione.
Dei 16 comuni presso i quali la produzione ottiene la denominazione di origine controllata (DOC), solo 6 vantano quella di Bardolino Classico DOC, e sono quelli la cui tradizionale produzione del vino è più antica e radicata: Bardolino, Garda, Lazise, Affi, Costermano e Cavaion Veronese. 
Il Bardolino si ottiene da uve dei vitigni di Corvina Veronese in massima parte e presenta una colorazione rosso rubino chiaro che invecchiando tende al granato. Il profumo vinoso ma delicato e il sapore armonico, sottile e asciutto fanno sì che questo vino si abbini senza difficoltà a primi e secondi piatti di diverso tipo.

La Festa dell'Uva e del Vino è stata rimandata al 2021.