Strade del vino del lago di Garda

Per gli amanti del vino, la zona del Lago di Garda offre la possibilità di percorrere numerosi itinerari alla scoperta delle zone di produzione dei migliori vini veronesi.
Ecco una guida alle principali strade del vino della zona, tra incantevoli paesaggi, borghi e monumenti ricchi di storia, passeggiate tra i vigneti e ovviamente tanti deliziosi vini da degustare. Non vi resta che scegliere!

Strada del vino Valpolicella


La scoperta dei migliori vini veronesi come l'Amarone DOC, il Recioto e il Valpolicella è garantita lungo questo itinerario a tappe che si snoda fra 19 comuni a metà tra la città di Verona e il Lago di Garda. La strada ha inizio nel cuore della Valpolicella, la valle delle tante cantine. Passando per i borghi di Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano e Sant'Ambrogio di Valpolicella potrete trovare un'ampia scelta di cantine storiche e moderne in cui fare una sosta e scoprire tutto quello che c'è da scoprire sulle tecniche di produzione dei vini d’eccellenza della zona: il famoso Amarone, il Valpolicella Classico, il Valpolicella Ripasso e il tradizionale Recioto, prodotto già dai tempi dei romani.
Moltissime sono le attività da poter fare lungo la Strada del vino Valpolicella, tra aperitivi in vigna, visite a cantine, degustazioni di vini e prodotti tipici del territorio, lunghe passeggiate ed escursioni immersi nella natura. Trattandosi di un territorio molto esteso, è possibile scegliere fra numerosi itinerari che permettono di esplorare non solo le colline della Valpolicella, ma anche le incantevoli valli della Lessinia.

 

Strada del vino Bardolino


La Strada del vino Bardolino è un itinerario enogastronomico che raccoglie, lungo circa 80 km, più di 70 aziende vitivinicole, ristorative e dell’ospitalità presenti in 16 comuni della sponda veronese del Lago di Garda. In questa zona si producono le uve autoctone Corvina, Rondinella, Molinara dalle quali nascono il Bardolino, grande rosso di tradizione, e la sua versione rosata, il Chiaretto. Partendo da Bardolino, paese che ha dato il nome al vino, l’itinerario principale attraversa le località della zona Classica di produzione: Lazise, Affi, Cavaion, Costermano e Garda, per poi proseguire verso sud. Si tratta di un percorso facile da seguire, segnato da indicazioni stradali con la scritta "Strada del vino di Bardolino", in un territorio tutto da gustare, in auto, a piedi o in bicicletta. È una strada che non solo attraversa vigneti, aziende agricole e cantine ma permette di scoprire un patrimonio artistico poco conosciuto: chiesette romaniche, castelli, corti contadine, ville cinquecentesche e una seria di località storiche legate alle battaglie del Risorgimento.

 

Strada del vino Soave


Un percorso per buongustai ed appassionati della natura che attraversa il territorio del Soave, sulla colline ad est di Verona, luogo di incantevole bellezza e da sempre una zona ad alta vocazione viticola. La Strada del vino Soave propone un itinerario di circa 50 km all’interno di 13 comuni tra dolci colline e verdi distese di vigneti, dove si possono incontrare splendidi scorci, chiese romaniche, castelli, borghi antichi, cantine ed assaggiare prodotti tipici del territorio. Si parte dal magnifico Castello di Soave, cuore di questa regione, per poi fare tappa a Monteforte d'Alpone, zona originaria di produzione del Soave.
Anche qui è possibile scegliere fra diversi itinerari capaci di soddisfare le esigenze di ogni visitatore.

 

Strada del vino Custoza


La Strada del Custoza è un itinerario ricco di sapori tipici, natura e storia che si snoda sulle colline alle porte di Verona, tra la sponda veronese del Lago di Garda ed i fiumi Mincio e Adige. Un percorso dedicato al bianco di Custoza, che nasce da uve Garganega, Trebbiano Toscano, Tocai Friulano e Bianca Fernanda (clone locale del Cortese).
Si parte dal territorio di Sommacampagna, che comprende il pittoresco borgo di Custoza, maggiore area di produzione dell’omonimo vino. Altre tappe meritevoli di una visita sono Villafranca di Verona, con il suo prezioso Castello Scaligero, Valeggio sul Mincio, con il suo imponente Ponte visconteo e Borghetto sul Mincio con i suoi antichi mulini ad acqua.
La strada risale poi verso le sponde lacustri fino a Peschiera del Garda, patrimonio dell’UNESCO. Numerosi sono i ristoranti che si possono incontrare lungo questo percorso.

 

Strada del vino Terra dei Forti


La strada del vino Terra dei Forti segue i vini prodotti lungo il corso del fiume Adige, in una valle ricca di paesaggi d’altri tempi che si estende tra il Veneto e il Trentino Alto Agide.
Il Monte Baldo separa questa zona vinicola dal Lago di Garda, chiamata Terra dei Forti per la presenza di numerosi castelli medioevali detti "Forti". Famosi da sempre sono i vini di questa terra, a denominazione Valdadige Terradeiforti, citati anche da scrittori romani nell’antichità che parlavano di una vite selvatica chiamata "Enantio", varietà a bacca nera tuttora prodotta. Protagonista da queste parti è anche la Casetta, un'altra varietà d'uva conosciuta popolarmente come "Foja tonda". La Strada passa per le principali zone di produzione vinicola: Volargne, Dolcè, Rivoli Veronese, Brentino e Avio. Sparse lungo tutto il percorso si possono trovare cantine e punti vendita di prodotti tipici locali.

 

Strada dei Vini e dei Sapori del Garda


Tra gli itinerari più recenti, da segnalare è la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda, nata per avvicinare i viaggiatori ai sapori tradizionali, arte, storia e cultura della sponda bresciana del Lago di Garda. Il percorso si estende tra le coste del lago e le colline dell'entroterra, da Sirmione a Limone, lungo la zona di produzione di tre vini DOC: il Lugana, vino bianco prodotto a cavallo tra Lombardia e Veneto, il Garda Classico, che comprende il più vasto territorio della provincia, e il San Martino della Battaglia, ricavato da uve di Tocai Friulano. Numerosissimi sono gli itinerari ed i tour da poter scegliere in base alle proprie esigenze, alla scoperta di incantevoli paesaggi ricchi di castelli, ville, edifici storici e religiosi.
E per chi viaggia in bicicletta, sono disponibili anche percorsi pensati apposta per godersi paesaggi e sapori in totale relax su due ruote.