Vini del Garda

Bardolino


Un vino dal colore rosso rubino leggermente fruttato in cui si possono sentire note di ciliegia, di marasca, fragola, lampone, ribes e spezie, prodotto da uve corvina veronese e rondinella. La denominazione di "Bardolino Classico" viene riservata al vino prodotto esclusivamente con uve raccolte e vinificate nell’area di origine più antica e che comprende i soli comuni di Affi, Bardolino, Cavaion Veronese, Costermano, Garda e Lazise. Il vino Bardolino è sempre più apprezzato anche per la sua grande bevibilità e per il fatto che può essere abbinato facilmente al cibo.
ilbardolino.com

 

Chiaretto


Il Chiaretto è la versione rosata del famoso vino Bardolino e  si ottiene con le stesse uve. Offre un delicato profumo di frutti di bosco ed una leggerissimo sentore di vaniglia. Il Chiaretto è un vino fresco e particolarmente adatto come aperitivo. Ottimo da abbinare ai piatti più leggeri della cucina mediterranea estiva, agli antipasti, ai primi piatti di pesce sia di mare che di lago, alla pizza e al sushi. Nel 2013 il Chiaretto si è aggiudicato il Mondial du Rosé.
mondial-du-rose.com

 

Amarone


Il noto vino rosso Amarone della Valpolicella è sicuramente uno dei grandi vini italiani e può superare  anche i 20 anni di conservazione. Prodotto con uve corvina, corvinone, rondinella, molinara, ma anche cruina, forselina, negrara e oseleta, deve il suo straordinario aroma dal fatto che per ottenerlo vengono appassite delle uve conservate in fruttai dai 100 ai 120 giorni in cui viene terminata anche la fermentazione degli zuccheri. Dal colore rosso intenso, con note fruttate e speziate è un vino corposo che ben si abbina a carne, formaggi stagionati e selvaggina, ma per le sue caratteristiche può essere anche degustato da solo come vino da meditazione.

 

Recioto


Un altro passito rosso è il Recioto, prodotto dagli stessi vitigni dell’Amarone, presenta una differenza fondamentale rispetto all’illustre rosso, cioè quella di essere un passito dolce. Le zone di produzione si localizzano nell’area della Valpolicella (precisamente nei comuni di Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano e Sant’Ambrogio di Valpolicella) e della Valpantena. Le uve dalle quali nasce il Recioto vengono lasciate appassire nei fruttai per un periodo di tempo compreso tra i 100 e i 120 giorni, al termine del quale la fermentazione viene arrestata per consentire agli zuccheri di rimanere tali e di ottenere di conseguenza un vino dolce. La tonalità con la quale si presenta il Recioto è quella di un rosso piuttosto carico, la fragranza di questo vino è altrettanto accentuata mentre il sapore, pieno e vellutato resta delicato e caldo al palato. A causa di queste
caratteristiche, il Recioto si abbina principalmente con i dolci ma esalta al massimo le sue qualità con il cioccolato.

 

Valpolicella


Ottenuto prevalentemente da uve Corvina, Corvinone e Rondinella, il vino Valpolicella DOC viene prodotto esclusivamente nella zona che comprende i comuni di Marano, Fumane, Negrar, S. Ambrogio, S. Pietro in Cariano, Dolcè, Verona, S. Martino Buon Albergo, Lavagno, Mezzane, Tregnago, Illasi, Colognola ai Colli, Cazzano di Tramigna, Grezzana, Pescantina, Cerro Veronese, S. Mauro di Saline e Montecchia di Crosara. La declinazione del Valpolicella Superiore si ottiene invece con uve selezionate e deve avere un affinamento di almeno un anno affinchè prenda il caratteristico colore rosso rubino. Anche il Valpolicella è indicato per secondi piatti di carne e formaggi stagionati.
consorziovalpolicella.it

 

Custoza


Un vino bianco fresco, leggermente aromatico e facilmente bevibile oltre che ideale da abbinare a numerosi piatti, il Custoza è ottenuto con uve garganega, trebbianello e Bianca Fernanda che gli conferiscono il tipico colore giallo paglierino. La zona di produzione comprende solo 9 comuni della provincia di Verona, ovvero Sommacampagna, Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio, Peschiera del Garda, Lazise, Castelnuovo del Garda, Pastrengo, Bussolengo e Sona. Ottimo con il pesce sia di mare che di lago, con i fritti, con le verdure come il Broccoletto di Custoza, e particolarmente indicato con i tortellini di Valeggio ed i tortelli alla zucca mantovani.
vinocustoza.it

 

Lugana


Vino bianco che viene prodotto nella zona del basso lago di Garda, su di un particolare terreno argilloso, derivante dalle ultime glaciazioni che formarono poi il lago stesso. Quella del Lugana fu la prima DOC della Lombardia e tra le prime ad essere registrate in Italia. Ottenuto dal vitigno autoctono "Turbiana", il Lugana viene declinato in altre 4 tipologie, quali il Superiore, la Riserva, la Vendemmia Tardiva e lo Spumante. Ideale come aperitivo e da abbinare a primi piatti, pizza e formaggi freschi.
consorziolugana.it

 

Garda Classico Groppello


Il Groppello è  una vera e propria rarità enologica poiché coltivata solo nella zona della Valtènesi, sulle colline in prossimità del lago di Garda. È un vino rosso delicato e molto bevibile dall’aroma speziato con note fruttate. Il Groppello si abbina a primi piatti saporiti, alla carne e a formaggi di media stagionatura.

 

Valtenesi DOC


Il Valtenesi è una nuova DOC della zona del Garda, riconosciuta nel 2011 e ottenuta da uva groppello. Dal colore rosso rubino, questo vino può essere acquistato secondo il disciplinare, solo dal 1 settembre successivo alla vendemmia. Le prime uve della vendemmia sono destinate alla produzione del "Valtenesi chiaretto".
consorziovaltenesi.it

 

Soave


Il Soave è il bianco DOC la cui produzione da sola rappresenta quasi la metà dell’intera produzione di origine controllata della provincia di Verona. Questo vino è stato il primo, in epoca fascista e precisamente nel 1931 a veder riconoscere una delimitazione della zona di produzione. La zona della coltivazione dei vigneti che danno questo bianco si situa nell’area orientale della parte collinare della provincia scaligera e precisamente in Val d’Illasi, Mezzane, sulla Collina di Colognola, in Val Tramigna, sulla Collina denominata del Soave Classico e in Val d’Alpine. Si stima che la presenza della vite in quest’area risalga ad almeno 40 milioni di anni fa. Il Soave si presenta di un giallo paglierino con oscillazioni verso il verdognolo e con un aroma all’olfatto contemporaneamente intenso e delicato, il sapore che questo vino trasmette è asciutto e armonico, con piccoli spunti amarognoli. La longevità di questo bianco ha fatto sì che tradizionalmente si accosti perlopiù a piatti tipici dell’area in cui si produce: minestre e riso abbinato a verdure come riso e bisi o con cavolo cappuccio e sedano rapa. Oggi il Soave valorizza diversi piatti dagli antipasti a base di acciughe o salame, ai primi di qualsiasi genere, minestre, pasta o zuppe; ancora, ben si accompagna a secondi di pesce, contorni di verdure e formaggi tra cui il Taleggio e il Grana Padano.
ilsoave.com

 

Recioto di Soave DOCG


Il Recioto di Soave vanta di essere stato il primo dei vini prodotti in Veneto a cui è stata assegnata l’ambita "DOCG", ovvero la Denominazione di origine controllata e garantita. Ottenuto da uve garganega che vengono fatte appassire per alcuni mesi prima di essere pigiate, questo vino è ancora oggi uno dei vini artigianali italiani. Il Recioto viene prodotto nelle colline della zona del Soave ed è perfetto con i dessert oltre che ottimo come vino da meditazione. Il nome Recioto deriva dal dialetto locale "recia", orecchio, che simbolizza la tipica forma della parte più alta del grappolo, quella selezionata per fare questo vino in quanto più esposta al sole e con più zuccheri.

 

Marzemino


Chiamato Marzemino ovvero "vino di Mozart" perché il Musicista lo aveva citato nel suo Don Giovanni, è uno dei vini più antichi d’Italia. Arrivò in Veneto da una città sul mar Nero chiamata Merzifon e durante il dominio della Repubblica Veneta si diffuse fino al Trentino attraverso la Valle dell’Adige a ridosso del lago di Garda. Dal colore rosso rubino intenso è ideale con piatti a base di funghi, con le carni bianche e rosse, salumi e insaccati.